Ciresa ha delle novità in serbo per Cremona Musica 2021

Nel 2019 Ciresa ha sorpreso i visitatori di Cremona Musica con l'innovativo Resonance Piano. Nel 2021, torneranno con una nuova evoluzione. Per scoprire i segreti di questa azienda capace di creare capolavori con il celebre legno della Val di Fiemme, abbiamo parlato con Fabio Ognibeni, anche per chiedere qualche anticipazione.

 

Dopo il lungo lockdown, ora è di nuovo possibile per liutai e artisti visitare l’azienda per scegliere il proprio legno. Come si sceglie secondo voi il legno perfetto per i proprio scopi, e come aiutate i vostri clienti nella scelta?

Ci sono diversi clienti e diversi livelli di esperienza e professionalità fra i liutai che vengono da noi, o che ci interpellano via web. Noi cerchiamo di interpretare le loro reali esigenze per selezionare nel nostro grande magazzino i pezzi che più rispondono alle loro richieste. Quelli che hanno più bisogno della nostra esperienza sono i liutai non professionisti, che costruiscono strumenti a corda per passione.

 

Fra i vostri prodotti di punta ci sono idee uniche e innovative come il Resonance Piano e le Opere Sonore. Al di là della qualità della materia prima, qual è il segreto per sfruttare in modo così perfetto le qualità del legno?

L'aver dedicato tanti anni (oltre 30 ormai..) ad ascoltare liutai e progettisti di strumenti, a confrontarsi con loro, approfondendo temi scientifici sul suono e sulla funzione fisico-acustica del legno in vibrazione sotto le corde: è questo il bagaglio tecnologico del "nostro sapere" sulle tavole armoniche e su come si ottiene il suono. Con un pizzico di creatività e visione strategica ci ha concesso di andare oltre, ed inventare nuovi strumenti che prima non c'erano. Guarda caso sono nati in Val di Fiemme, dove nasce il legno della musica che si utilizza in mezzo mondo.

 

L’anno scorso ci aveva anticipato delle possibili innovazioni del Resonance Piano, come un modello verticale più leggero. Come procede? State lavorando a qualcosa di nuovo?

Durante il lockdown del 2020 abbiamo sviluppato quello che era fino ad allora una idea nel cassetto. Già a giugno 2020 era stato realizzato il prototipo grezzo ma funzionante. A luglio sono stati fatti test acustici, modifiche, altre tavole armoniche modificate, fino ad ottenere il suono potente che cercavamo per il "piccolo" Resonance verticale. Nell'autunno 2020 i primi 5 pezzi di serie erano pronti e verniciati. Pesa solo 48,5 kg e misura 134 x 109 cm. Lo vedrete in fiera a Cremona, assieme al modello a coda che già avevamo presentato nell'edizione 2019.

 

Sapete già cosa porterete a Cremona Musica 2021? State lavorando a nuove idee?

Per settembre avremo completato i nuovi siti di Opere Sonore e di Resonance Piano, e presenteremo il nuovo Resonance verticale che il pubblico non ha ancora potuto vedere. Nel padiglione liuteria saremo presenti, come da tradizione, con gli assortimenti dei nostri migliori legni tutti provenienti dalla Val di Fiemme.

 

 

Quanto è importante tornare Cremona Musica quest’anno?

Di certo c'è bisogno di incontrarci di nuovo, di vedere persone e clienti; questo credo serva a ridarci forza e fiducia per riprendere tutti assieme un cammino che era stato forzatamente messo in pausa. Sappiamo già che la presenza straniera da determinati paesi sarà limitata, ma non importa. Conta esserci e testimoniare che c'è voglia di ripresa e di crescita, per essere protagonisti in positivo di questo difficile periodo, che ci auguriamo possa presto essere lasciato alle spalle.