Schott Music, 248 anni di storia: “Puntiamo sugli autori contemporanei”

Nel 2004 Schott Music è stato il primo editore musicale a esporre a Cremona Musica. Da allora è sempre stato un ospite fisso della fiera. Ora, mentre si apprestano a festeggiare il loro 250esimo anniversario, la responsabile di Schott per l'Italia, la Spagna e il Portogallo, Laura Rossi, ci spiega i segreti dell'azienda e i loro piani per il futuro.

 

Può dirci qualcosa della storia di Schott Music e del suo sviluppo fino ad oggi?

Schott fu fondata nel 1770 a Mainz da Bernhard Schott, quindi nel 2020 ci sarà la celebrazione dei 250 anni di storia della compagnia. L'importanza di questa ricorrenza fa capire quanto determinante e soprattutto costante, è stato l'impegno e la partecipazione di Schott Music nella storia dell'editoria musicale mondiale.

 

Quali sono i servizi di distribuzione che Music Distribution Service oggi offre?

MDS è un azienda di logistica di distribuzione di proprietà Schott che offre servizi di distribuzione di spartiti e gadget musicali con sistemi tra i più avanzati nel mondo. Ad oggi MDS è leader nel settore ed esempio di efficienza per la logistica e l'apporto del customer service.

 

Il mercato delle edizioni musicali è in continua evoluzione anche in rapporto con i nuovi formati digitali: quali sono i progetti di Schott Music e MDS in tal senso?

Il futuro dell'editoria musicale è una vera scommessa, gli sviluppi sono imprevedibili. I cambiamenti nelle abitudini dei consumatori sono la cosa più difficile da pronosticare, perchè non vanno in un senso preciso e questo rende ogni programmazione davvero difficile. In ogni caso Schott è da sempre al passo con tutte le nuove tecnologie ed investimenti per fornire prodotti aggiornati con la qualità che la contraddistingue da sempre.

 

Crede che la musica stampata su carta resterà il principale supporto usato dai musicisti, o lascerà il posto gradualmente alle edizioni digitali?

Da tre anni stiamo portando negli Istituti Musicali, quali Conservatori e Licei Musicali, il seminario "Viaggio nello Spartito Musicale", che abbiamo creato con l'intenzione di portare la conoscenza dello spartito ai nostri utenti finali, e soprattutto cercando il meritato rispetto per l'importante impegno lavorativo che contraddistingue la produzione dello spartito. Vogliamo spiegare che il lavoro di un editore musicale è fondamentale per la filiera e se rispettato nel futuro potrà continuare a garantire posti di lavoro e carriere davvero importanti. Durante il seminario chiediamo di compilare un questionario con il feedback delle impressioni di ogni partecipante, e alla domanda "prevedi il futuro dello spartito in digitale oppure in cartaceo?" il 100% risponde che "il cartaceo è imprescindibile". Questo davvero ci fa ben sperare per gli investimenti futuri.

 

Quali sono i vostri target di riferimento?

Tutte le persone che fanno musica in generale, senza esclusione.

 

Schott Music e MDS sono ospiti regolari di Cremona Musica: quali sono i motivi per cui avete deciso di investire con continuità su Cremona Musica, e quali le vostre aspettative per la prossima edizione?

Siamo ospiti di Cremona Musica dal 2004. Abbiamo iniziato questa esperienza in primis per cercare di colmare un deficit di fiere di mercato musicale che si era creato in Italia. Schott è stato il primo editore musicale presente a Mondomusica. L'esperienza da allora è stata sempre più positiva in tutti gli aspetti. Soprattutto Mondomusica ci permette di incontrare il nostro utente finale, essendo la manifestazione molto frequentata da insegnanti, educatori, musicisti professionisti, con cui normalmente diventa molto difficile la comunicazione.

 

Può anticiparci qualcosa sui nuovi prodotti editoriali che presenterete a Cremona Musica 2018?

Presenteremo alcuni nuovi prodotti già all’inizio della primavera, però in generale puntiamo su alcuni autori contemporanei di grande risalto tra cui Kapustin, di cui Schott sta pubblicando tutte le opere, e poi continuiamo l'impegno nelle series di educational per le scuole musicali di tutti i livelli tra cui le series di Easy Concert Pieces e Schott Student Edition.