Ciresa e i segreti del legno per liuteria

Per chi è alla ricerca della migliore materia prima per la liuteria, Ciresa è un approdo sicuro. Da decenni la famiglia Ciresa lavora nella produzione di tavole, ideali per i liutai che intendano fabbricare strumenti ad arco, chitarre classiche e acustiche, liuti, mandolini, ukulele e strumenti antichi, ma anche per i produttori di pianoforti e clavicembali alla ricerca delle migliori tavole armoniche. Per scoprire i loro segreti, abbiamo intervistato Piera Ciresa.

 

Quasi sono le peculiarità dell’abete rosso della Val di Fiemme che rendono questo legno così ottimale per gli strumenti musicali?

Selezionato da rari alberi cresciuti in modo particolare, in quote alte e su versanti rivolti a nord questo legno ha anelli annuali estremamente regolari e sottili, è molto leggero (bassa densità) con elevato modulo elastico ed altissime velocità di trasmissione del suono, caratteristiche che non sono comuni ad altri tipi di legni.

 

Quali sono le fasi della lavorazioni che sono particolarmente fondamentali per trasformare una grande materia prima in un grande prodotto?

Le competenze e la cura con cui ogni tavoletta di legno viene osservata e interpretata dall’operatore che cura la selezione e la trasformazione in tavola armonica, o dal liutaio che la scava in modo opportuno per renderla una membrana sonora.

 

Il cambiamento del clima e dell’ambiente influisce sullo stato delle foreste e quindi sulle materie prime, come ha influito in qualche modo sul vostro lavoro e sul modo di lavorare e scegliere il legno?

Se i cambiamenti climatici in atto saranno tali da modificare il microclima montano e le condizioni di crescita di questo speciale legno, lo leggeremo attraverso gli anelli di crescita non più regolari che troveremo nei tagli degli abeti nei prossimi anni. Tenuto conto che oggi utilizziamo alberi cresciuti per almeno 150/200 anni, il problema potrebbe essere evidenziato nel nostro lavoro, ma riguarderà soprattutto chi selezionerà e lavorerà ancora il legno di risonanza fra 50 o 100 anni.

 

Come aiutate un liutaio o un cliente nella scelta delle migliori prodotti?

Possiamo aiutarlo capendo al meglio le sue richieste ed esigenze e il suo livello professionale, guidandolo con le nostre competenze ad utilizzare il legno con le caratteristiche più adatte per lo strumento che lui desidera realizzare.