I nuovi prodotti di Kremer Pigmente

Per oltre 40 anni i liutai di tutto il mondo hanno utilizzato i prodotti di Kremer Pigmente per i propri violini. Anche in questa edizione speciale di Cremona Musica, l’azienda tedesca presenterà i propri nuovi prodotti, con un catalogo sempre più vasto. Abbiamo intervistato David Kremer per saperne di più.

 

Quali sono le principali peculiarità dei vostri prodotti per liuteria?

I nostro sono prodotti pensati per le superfici: resine, olii, solventi, tramite i quali i liutai producono le proprie vernici e colle. Molti clienti comprano anche i nostri primer per ottenere un primer sul marroncino come Stradivari. Vendiamo anche molte vernici e una varietà di pigmenti sia storici che moderni.

 

Quanto è importante la correttezza storica delle vernici per i liutai, e come viene garantita?

Il rivestimento e la vernice del violino hanno un impatto sui moduli elastici del legno e sull’impedenza della trasmissione del suono. Cambiano anche lo sviluppo armonico e l’intensità. L’effetto visivo della vernice è di particolare importanza quando lo strumento è suonato sotto i riflettori.

 

Quanto è importante il dialogo con i liutai nella vostra attività?

In quanto azienda a conduzione famigliare, preferiamo nelle pratiche aziendali socialmente sostenibili. Nella nostra cultura, nei nostri valori aziendali e nel nostro metodo di lavoro, ci impegnamo attivamente per instaurare relazioni con i nostri clienti. Nel rapporto con il cliente, non vale solo lo scambio reciproco, il lavoro artigianale deve anche tener conto sia del contesto storico che quello attuale.

 

Sepete già cosa presenterete nella prossima edizione di Cremona Musica?

A Mondomusica presenteremo un’ampia selezione di pigmenti storici e moderni, vernici, pitture a colori vegetali, colle, solventi, additivi, tinture, leganti e molto altro.

 

Che opportunità offre Cremona Musica ad una attività come la vostra?

Siamo orgogliosamente presenti in fiera da oltre 20 anni, e negli anni abbiamo creato delle duratore relazioni professionali con tanti professionisti stranieri. Il nostro obiettivo è mantenere questi contatti e crearne di nuovi.