La storia del colore 'Cremona' delle chitarre Gibson

Il nome di Cremona è così radicato nella storia della musica che quando negli anni '20 negli Stati Uniti la nuova dirigenza della Gibson cercava spunti per rilanciare l'azienda, hanno chiamato il colore delle proprie chitarre proprio con il nome della città lombarda.

Si chiama "Cremona" infatti una delle tonalità più presenti nelle classiche chitarre americane, suonate da leggende come Paul McCartney, B.B. King, Chuck Berry, Bob Dylan, e molti altri. Un marrone chiaro che compare in molti esemplari della casa americana.

Nel 1922, dopo la morte del proprietario del marchio, Orville Gibson, venne infatti introdotto questo colore ispirato proprio alla sfumatura dei violini cremonesi, suggerito dal verniciatore dell'azienda Fred Miller, originario del Michigan, al tempo stato simbolo del boom industriale statunitense.

Dopo quasi un secolo il colore "Cremona" è ancora presente nelle chitarre del brand americano, ma anche in altri strumenti Gibson, come mandolini e banjo.