Suonare con gli elicotteri

La musica può riservare sorprese anche imprevedibili, come il quartetto per archi ed elicotteri (l'Helicopter String Quartet), composto nel 1993 da Karlheinz Stockhausen: 4 elicotteri in volo, con 4 musicisti (due violini, una viola e un violoncello), che suonano attraverso delle cuffie. Il pubblico ascolta da terra il mix di archi e pale d'elicottero!

In occasione del suo settantacinquesimo compleanno, il celebre compositore tedesco portò al prestigioso Festival musicale austriaco il suo originale lavoro. Durante i 32 minuti di «Helicopter String Quartet», 4 elicotteri dell'esercito austriaco sono stati trasformati in altrettanti strumenti musicali e i loro piloti in artisti, accanto ai musicisti.

A fare da Concert-hall fu un Hangar dell'aeroporto di Salisburgo, zeppo di personalità locali e internazionali, quali Naomi Campell, il principe Alberto di Monaco, Niki Lauda. «Tutto si è svolto come avevo sognato anni fa, quando nel sonno vidi quattro musicisti che suonavano in elicottero, volteggiando nell'aria», ha spiegato Stockhausen. Quel sogno per Stockhausen fu come una premonizione. «Quando mi risvegliai - ha aggiunto il compositore tedesco - ebbi la forte sensazione che qualcosa che non avrei mai potuto pensare, nemmeno in milioni di anni, mi si era rivelata. Poiché non avevo il tempo di comporre, in riferimento a quel sogno, tirai giù delle annotazioni e disegnai delle scene. Così, sviluppai "Helicopter String Quartet".

Stockhausen non fu però completamente soddisfatto della performance: «È andato tutto bene - ha concluso il musicista tedesco - solamente, mi ha un po' seccato il brusio del pubblico che ha disturbato il suono dei motori degli elicotteri».

Guarda il video su YouTube

Approfondisci la notizia qui:www.iltempo.it/cultura-spettacoli