Salvatore Accardo, Ezio Bosso, Richard Stoltzman e Paco Peña a Cremona Musica 2019: le anticipazioni

Salvatore Accardo, Ezio Bosso, Richard Stoltzman e Paco Peña sono solo alcuni delle decine di artisti protagonisti di Cremona Musica 2019, la fiera numero uno per gli strumenti musicali di alta qualità (27-29 settembre 2019).

 

CREMONA, 2 luglio 2019 - A poco meno di tre mesi dall’edizione 2019 di Cremona Musica (27-29 settembre) sono già tanti i grandi nomi della musica internazionale che hanno confermato la propria presenza nella “città del violino” per questo appuntamento unico.

Anche nel 2019 Cremona Musica, la più importante fiera al mondo per gli strumenti musicali d’alta qualità ospiterà all’interno della propria area espositiva un vero e proprio festival internazionale, con oltre 100 eventi. Il lato business e quello artistico vanno di pari passo a Cremona Musica, un evento sempre più in grado di attirare un pubblico vasto ed eterogeneo, e di affermarsi come punto d’incontro irrinunciabile per gli amanti della musica, dove nascono idee, progetti, e si vive la passione a 360 gradi.

 

Archi

Le grandi novità iniziano da Mondomusica, l’area dedicata agli strumenti ad arco, dove sarà premiato il leggendario violinista Salvatore Accardo, che ritirerà il Cremona Musica Award nella categoria “performance – archi” e incontrerà pubblico e stampa in un evento dedicato.

Il Cremona Musica Award per la categoria “progetto” è ancora all’insegna del violino. Se lo aggiudica il liutaio israeliano Amnon Weinstein, per il suo progetto “Violins of Hope”, la toccante esposizione di strumenti appartenuti alle vittime dell’olocausto e provenienti anche dai campi di concentramento. Un progetto che mostra con forza la potenza della musica. I violini della speranza risuoneranno anche in concerto a Cremona Musica grazie al violinista turco Cihat Askin.

La lista dei protagonisti di Mondomusica continua con Elsa Martignoni, Massimo Quarta, l’Orchestra Monteverdi di Cremona, i violoncellisti Richard Aaron (Juilliard School) e Luciano Tarantino, e tanti altri nomi ancora da annunciare. Anche quest’anno, inoltre, Cremona Musica ospiterà la finale del Gewa Young Contest, con le migliori giovanissime promesse degli strumenti ad arco.

 

Pianoforte

Tanti i nomi già confermati per Piano Experience: Maurizio Baglini, Ramin Bahrami, Jed Distler, Inna Faliks, Ivan Krpan, Alessandro Marangoni, Risto-Matti Marin, Roland Pöntinen, Andrea Rebaudengo, Eliane Reyes, Igor Roma, Konstantin Scherbakov, Gwilym Simcock, Ingolf Wunder sono solo alcuni dei grandi pianisti che daranno vita ad un intenso calendario di recital ed eventi dedicati agli 88 tasti.

La sala di Yamaha e Böesendorfer ospiterà inoltre la finale del Disklavier Composers Contest, il concorso di composizione per Disklavier, il pianoforte Yamaha che si suona da solo. L’evento, organizzato da Cremona Musica e Yamaha Music Europe – Branch Italy, culminerà con l’esecuzione dei migliori brani e la proclamazione del vincitore, selezionato da una giuria composta da Paolo Buonvino, Carlo Boccadoro, Stuart Isacoff, Gwilym Simcock e Fabio Vacchi.
 

 

Fiati

Il clarinettista Richard Stoltzman sarà ospite d’onore di questa edizione di Cremona Winds, l’area di Cremona Musica dedicata ai fiati. Il musicista americano si esibirà in concerto insieme alla moglie marimbista Mika Stoltzman, sarà protagonista di una masterclass, e ritirerà il Cremona Musica Award nella categoria “performance – fiati”, per la portata storica della sua attività concertistica. Stoltzman è stato infatti il primo clarinettista classico a tenere recital con il clarinetto in templi della musica come la Carnegie Hall e l’Hollywood Bowl, ed è inoltre un grande sperimentatore e un mentore per tantissimi giovani musicisti. A Cremona Musica arriveranno inoltre i clarinettisti Alessandro Carbonare, con il suo Clarinet Trio (assieme a Luca Cipriano e Perla Cormani), Tommaso Lonquich e Pietro Tagliaferri, i flautisti Mario Caroli, Irena Kavcic, Massimo Mercelli e Mario Notaristefano, i sassofonisti Mattia Cigalini e Mirko Guerrini, l’oboista Paolo Grazia e il fagottista Andrea Bressan.

 

Chitarra

Tanta musica live anche all’Acoustic Guitar Village, che celebrerà i 50 anni dal Festival di Woodstock con un concerto che culminerà con l’esibizione di Jeff Pevar, chitarrista di David Crosby, Jackie Perkins, Inger Nova Jorgensen e molti altri. Confermati appuntamenti classici come l’Italian Bluegrass Meeting, con special guest Paul Stowe & Trevor Morriss, e come Corde e Voci d’Autore, rassegna di cantautori chitarristi che quest’anno ospiterà anche Davide Van De Sfroos.

Uno spazio privilegiato sarà dedicato alla tradizione della chitarra flamenca, con anche il leggendario chitarrista Paco Peña, che ritirerà anche un Cremona Musica Award nella categoria “performance – chitarra”. Completano il programma provvisorio le mostre storiche, le masterclass sia di liuteria con la presenza dei grandi liutai Ken Parker, Michael Greenfield e Dana Bourgeois, che di tecnica strumentistica, con Pierre Bensusan e Micki Piperno, gli eventi speciali come New Sounds of Acoustic Music (per artisti emergenti) e il Bob Brozman Memorial Slide Contest, e molto altro.

 

Fisarmonica

L’Accordion Show, l’area di Cremona Musica dedicata alla fisarmonica, giunta al suo secondo anno, accoglierà i grandi maestri italiani di questo strumento. Fra gli eventi più attesi la celebrazione del Museo della fisarmonica di Stradella con un evento dedicato e l’omaggio ad Ennio Morricone a cura di Diego Trivellini.

 

Divulgazione musicale & music business

Ezio Bosso ritirerà il Cremona Musica Award nella categoria “comunicazione”, e presenterà il progetto “Che Storia è la Musica”, insieme al produttore e co-autore del programma, Angelo Bozzolini, il direttore di Rai3, Stefano Coletta, e il membro del CdA RAI, Beatrice Coletti. Direttore d’orchestra e compositore, Bosso con la sua passione e il suo carisma è stato in grado di portare la musica classica al grande pubblico delle prime serate Rai, come in occasione del suo programma su Rai 3 “Che storia è la musica”, per la gioia di critica e pubblico.

Sono inoltre già stati annunciati due importanti simposi dedicati ad aspetti di attualità del sistema musicale, ovvero la tavola rotonda “Best Practices and Innovations in Live Music Organization”, con la presenza di direttori artistici e sovrintendenti di importanti orchestre e festival europei, e “The future of musical education for professionals”, in cui parleranno i rappresentanti di Università e Accademie provenienti da quattro continenti. Pier Calderan nel suo Digital Space spiegherà inoltre come sfruttare la meglio le nuove tecnologie nel campo della musica.

Completano il programma i tanti eventi organizzati dagli espositori, come la presentazione del metodo “Music Move for Piano” e la presentazione del libro “Fisco Amico per musicisti e artisti” di Edizioni Curci; la presentazione del libro “Violin in Action” di Volontè & Co e la consueta cerimonia di consegna delle certificazioni dei corsi del Trinity College di Londra.

Nell’edizione 2018 Cremona Musica ha ospitato 320 espositori, di cui oltre la metà dall’estero, e oltre 160 eventi, per un programma a tutto tondo capace di richiamare nella “Città del violino” oltre 18.000 visitatori. Cremona Musica si articola in cinque aree tematiche, Mondomusica (archi), Piano Experience (pianoforte), Acoustic Guitar Village (chitarre), Cremona Winds (fiati), Accordion Show (fisarmoniche).

 

Ulteriori eventi saranno annunciati nelle prossime settimane.

 

Consulta il calendario degli eventi: http://events.cremonamusica.com/events/index.php

Acquista il biglietti per Cremona Musica: www.cremonamusica.com/ticket